Manhattan Escorts NYC Escorts
Home / Generazione "Z"  / La Pet therapy nella Pediatria oncologica di INT

La Pet therapy nella Pediatria oncologica di INT

Da tempo è riconosciuto quanto il rapporto empatico che si instaura con gli animali aiuta ad affrontare ed elaborare le emozioni, anche le più disturbanti, e inoltre permette nell’immediato di allentare l’ansia e lo stress. In relazione a ciò per chi è ricoverato in ospedale, magari anche per periodi lunghi, il fatto di accarezzare e coccolare un animale può far sentire meglio attenuando lo stress e migliorando l’umore. A gennaio 2021 è partito il progetto di Pet therapy nella Pediatria oncologica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Ne abbiamo parlato con Daniela Bisotti e Andrea Gazzi Educatori S.C. Pediatria INT-LILT team Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

 

 

Gli animali all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano non sono certo una novità, da anni la tartaruga Maria Stuarda, che è la mascotte del reparto di Oncologia pediatrica, vive sul terrazzo dell’INT insieme ai suoi fratelli Mr Magoo e Napoleone. Tradizionalmente a Natale e Pasqua regali e uova di cioccolato venivano portate insieme ai cani, e a partire da questo è nata l’idea di fare di più con gli animali. A gennaio 2020 grazie alle Associazioni “Insieme per Fily” onlus, che svolge attività a favore dei bambini e ragazzi affetti da tumore alle loro famiglie, e “Le Robinie” un Centro Cinofilo, si è svolto il primo incontro di Pet Therapy. Ma poi tutto si è dovuto fermare a causa della pandemia, e solo a gennaio 2021 l’attività è ripresa e ai cani, grazie all’associazione “Io & te” Coop Sociale Onlus, si è aggiunto anche un coniglio. Un giorno alla settimana si alternano una volta i tre cani, il labrador Aspen, la barboncina Kara e la chihuahua Bella, e un’altra il coniglio Romeo. Romeo è della razza Ariete Nano, particolarmente docile e socievole, l’unica che non morde, e dalla sua cesta posta sul tavolo si avvicina ai bambini e ragazzi che gli offrono carote, finocchi e lui si lascia accarezzare e tenere in braccio anche per un’ora.

Bambini e ragazzi si ritrovano, quindi, nella sala giochi del reparto insieme ai volontari e ai genitori, tutti sottoposti a tampone, e trascorrono alcune ore giocando e accarezzando gli animali con anche la possibilità di fare mille e più domande agli esperti: come accudirli, cosa mangiano, cosa gli piace fare…

Gli animali contribuiscono ad alleviare lo stress psicologico dei pazienti e dei loro genitori e le interazioni con loro rendono meno pesante l’esperienza in ospedale. Sono passati solo 3 mesi ma ci siamo subito resi conto di quanto l’appuntamento con la Pet Therapy rappresenti un momento speciale e particolarmente atteso.

 

La Pet therapy nella Pediatria oncologica di INT

Educatrice S.C. Pediatria INT-LILT team Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

daniela.bisotti@istitutotumori.mi.it