Manhattan Escorts NYC Escorts
Home / News  / Milano, prima città italiana a vietare il fumo all’aperto

Milano, prima città italiana a vietare il fumo all’aperto

Da oggi, 19 gennaio 2021 Milano diventa la prima città italiana a vietare il fumo di sigaretta nei luoghi pubblici all’aperto come parchi e giardini, impianti sportivi e fermate dei mezzi pubblici.

È stato un percorso lungo, in cui le ricerche condotte dall’Istituto Nazionale dei Tumori dal 2002 ad oggi, con diversi e importanti studi pubblicati su fumo passivo e inquinamento ambientale, hanno avuto un ruolo fondamentale. Nel 2005 la legge Sirchia, che ha vietato il fumo nei luoghi pubblici chiusi, come bar, ristoranti e cinema, ha segnato la prima vera svolta per la salute dei cittadini e da allora le ricerche dell’INT non si sono mai fermate, contribuendo a una sempre maggiore tutela della salute e dell’ambiente. In questo video il Dottor Roberto Boffi, Responsabile della Pneumologia e del Centro antifumo, ed Elena Munarini, Psicologa del Centro antifumo dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, ripercorrono e spiegano le tappe fondamentali di questa storia fatta di ricerca indipendente ed efficace divulgazione scientifica.

 

Milano, prima città italiana a vietare il fumo all’aperto

Responsabile della Pneumologia e del Centro antifumo Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

roberto.boffi@istitutotumori.mi.it