Home / News  / IL TELECONSULTO FACILITA LA VITA

IL TELECONSULTO FACILITA LA VITA

Luca abita a Catania, gli hanno diagnosticato un tumore al polmone e vorrebbe un secondo parere. Mentre Elisa che abita a Trento deve organizzarsi per la visita di controllo. Per loro il teleconsulto è la soluzione ideale.  Per questo all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (INT) è stato messo a punto SmartDoc, il progetto di teleconsulto che ha appena preso il via nella Struttura Complessa di Chirurgia Toracica e che è stato reso possibile grazie al contributo dell’Associazione Il Tulipano Bianco APS. Ce ne parlano Ugo Pastorino, Direttore della Struttura Complessa e Alessandro Pardolesi, Dirigente Medico e ideatore e responsabile del Progetto.

 

 

Una scelta in più

Il teleconsulto non manda in soffitta la visita tradizionale. Se il paziente preferisce un contatto diretto, va favorito. Altrimenti, al momento della prenotazione, ha un’opzione in più, senza oneri per chi arriva da un’altra Regione, senza stress legato al timore del contagio di Coronavirus e con la possibilità di avere accanto un familiare o addirittura il medico di famiglia. È uno strumento utile a guidare e accompagnare il paziente nel suo percorso: dalla prima visita al follow-up, oppure in caso di necessità in un secondo parere.  Infine, non si perde di vista l’obiettivo primario: la diagnosi e la cura del tumore del polmone. Ancora oggi infatti, in circa otto casi su dieci la neoplasia viene individuata troppo tardi, con una drammatica riduzione delle possibilità di terapie risolutive.

 

 

A casa come nello studio medico

La visita specialistica a distanza garantisce un livello di qualità pari a quella che viene eseguita in sede e in tutta sicurezza per quanto riguarda la trasmissione dei dati. È stato, infatti, installato un programma protetto che permette al paziente di inviare gli esiti degli esami in tutta tranquillità.

Durante la visita, se è necessario, le spiegazioni vengono corredate dalle immagini degli esami, che il paziente vede in diretta, utilizzando lo stesso approccio adottato in studio. A fine visita, si concorda con il paziente l’approccio successivo, con eventualmente una nuova programmazione di visita in telemedicina e gli esami necessari, e l’invio della relazione con le impegnative necessarie per eseguire i nuovi accertamenti, quando richiesti.

 

Il Progetto SmartDoc ha recentemente ottenuto il nulla osta da parte della Regione Lombardia e in questa prima fase verrà gestito dalla segreteria della Struttura Complessa di Chirurgia Toracica dell’INT che curerà l’organizzazione degli appuntamenti. Le prenotazioni per le visite si potranno effettuare attraverso il numero 02/23902384, disponibile dal lunedì al venerdì.

IL TELECONSULTO FACILITA LA VITA

info@internosblog.it