Home / Prevenzione e stili di vita  / Papilloma virus: vaccinarsi per difendersi

Papilloma virus: vaccinarsi per difendersi

Intervista a Lisa Licitra

È una famiglia numerosa e pericolosa. Stiamo parlando del Papilloma: sono quasi duecento virus e di questi, circa una ventina possono provocare problemi seri. In generale, i virus del papilloma si trasmettono per via sessuale, con qualsiasi tipo di rapporto, anche orale e anale e vengono quasi sempre eliminati dall’organismo. Ma attenzione: oggi è ormai assodato che tra i virus, ce ne sono circa una ventina pericolosi perché se permangono, nell’arco di 7-15 anni possono causare un tumore a livello della cervice uterina, della vulva e della vagina nella donna, del pene nell’uomo, dell’ano e dell’orofaringe in entrambi i sessi. La vaccinazione anti-HPV, sigla di Papilloma Virus Umano, permette di prevenire queste forme tumorali in circa nove casi su dieci, ma ciò nonostante, viene ancora vista con diffidenza. Facciamo chiarezza con Lisa Licitra, Direttore S.C. Oncologia Medica 3 dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano e Professore associato presso il Dipartimento di Oncologia ed Emato-Oncologia dell’Università degli Studi di Milano.

 

 

A che età si può effettuare la vaccinazione?

Il momento di massima efficacia è tra i 12 e i 14 anni di età perché nella maggioranza dei casi non c’è ancora stato il primo rapporto sessuale. Oggi inoltre l’indicazione è anche per i maschi, oltre che per le ragazze. Inoltre, la copertura, anche se minore, c’è anche nelle donne tra i 25 e i 45 anni. Dati recenti infine dimostrano che nel caso delle donne, dopo una conizzazione, cioè l’intervento che viene eseguito in caso di lesione pretumorale, il rischio di recidiva precipita dal 10% a poco più del 2% se la vaccinazione viene eseguita in prossimità dell’intervento.

 

 

Quante dosi sono?

Sono previste due dosi fino ai 15 anni di età a distanza di 6 mesi l’una dall’altra, e tre dosi dopo i 15 anni: una subito, l’altra dopo 2 mesi e l’ultima dopo 6 mesi dalla prima, per iniezione intramuscolo. La copertura, confermata dagli studi clinici, è di oltre 10 anni.

 

 

È gratuita?

La vaccinazione è a carico del Servizio Sanitario Nazionale per gli adolescenti nel corso del dodicesimo anno di età. Oggi però molte Regioni hanno ampliato l’offerta. In Veneto e in Emilia Romagna è gratuita fino a 25 anni, mentre in Lombardia, in Veneto, in Molise, in Sicilia e in alcune province sarde, viene offerta gratuitamente alle donne under 45 che effettuano la vaccinazione dopo la conizzazione. In tutti gli altri casi è a pagamento e le tre dosi costano circa 500 euro in totale.

Papilloma virus: vaccinarsi per difendersi

Direttore S.C. Oncologia medica 3 – “Tumori Testa - Collo” Istituto Nazionale dei Tumori Milano

Lisa.Licitra@istitutotumori.mi.it